Tanto tempo fa in una terra lontana lontana…


Una scintilla di luce accese le menti di quattro amiche sedute intorno a un tavolo a discorrere di questo e quello, di sogni, di “forse” e di “ma”, di “sarebbe” e di “però” e se poi fosse l’amore per quel moto dell’animo che induce noi esseri umani a comunicare oltre le parole con tutto noi stessi da uno spirito all’altro?
Fu nel 2013 in una fresca sera d’autunno Lucia, Sara, Mirella e Delia fecero un po’ all’Amore….

Bè sì… insomma, come fanno gli artisti…. A cosa pensavate?

Lasciarono turbinare pensieri, emozioni e passione….

E nacque così!   Senza prendere precauzioni…

L’idea calda e soave di stimolare qualsiasi altro Artista a esprimersi e donare ad altri la propria percezione della Vita e del Mondo, così che visioni, sensazioni, tecniche di qualsiasi canale espressivo potessero muoversi libere, leggere e influenzarsi vicendevolmente oppure semplicemente essere.
Infinite diversità in infinite combinazioni…

La loro ispirazione è quella di formare un gruppo di persone appassionate d’arte che, senza limiti di esperienza o stile, possano esprimersi al meglio, ciascuno secondo i propri desideri e inclinazioni, avendo anche opportunità di condividere le proprie creazioni con i soci e con il pubblico.

“La Voce dei Venti” fin dalla propria nascita:

  • accoglie pittori, scultori, fotografi
  • effettua corsi relativi a varie tecniche artistiche
  • organizza esposizioni pubbliche delle opere dei soci con libera adesione
  • organizza viaggi ed esperienze che siano ritenute dai soci una fonte di ispirazione creativa o anche solo un modo per stare insieme e condividere le proprie esperienze di vita
  • organizza visite a mostre, musei, gallerie, etc

 

Il cuore pulsante dell’associazione è ancora oggi Sara De Siena che, con umiltà e un tocco gentile, porta la sua grande e poliedrica esperienza a chiunque desideri cimentarsi con una tela, ceramica, argilla, legno, stoffa o qualsiasi superficie ed oggetto su cui si possa lasciare un segno.

Sara è stata affiancata fin da subito nel gruppo direttivo dalle amiche Mirella, Delia, Lucia, Nicoletta e Giulia.

Negli anni il direttivo si è adattato alle esigenze dell’associazione e dei soci, cercando sempre la massima armonia d’intenti.

Dal 2013 ad oggi il gruppo è cresciuto, arrivando ad accogliere quasi 50 persone.

Negli anni “La Voce dei Venti” ha stabilito buoni rapporti con:

  • alcune amministrazioni pubbliche piemontesi quali Chivasso, San Sebastiano da Po, San Raffaele Cimena, Castelnuovo Don Bosco, Chieri, San Mauro, etc
  • altre associazioni artistico-culturali quali Soffi d’Arte (Chivasso), Santhià (Vercelli)

Queste relazioni hanno permesso di organizzare eventi pubblici che offrono ai soci occasioni di visibilità e scambio culturale con artisti di altri gruppi e zone geografiche.

Un po’ come avviene con l’opera La voix des airs dell’artista René Magritte, che ispira il nome e il simbolo dell’associazione, anche “La Voce dei Venti” vuole offrire a quella scintilla, sospesa tra il reale e il fantastico, l’occasione di uscire fuori dallo spirito per poter essere condivisa.

In fondo noi stessi riconosciamo l’inizio di un “noi” come esseri senzienti, quando tanto tempo fa in una terra lontana, dentro una caverna una donna e un uomo, rivivendo ciò che avevano fatto giorni prima, catturati dai propri pensieri vollero prendere un po’ di terra, di luce e di emozioni e imprimerli nella roccia, forse solo per dire “siamo stati qui” o forse perché erano solo felici di poterlo fare…

E noi oggi speriamo che questo scambio, fatto con passione e umiltà, continui a diffondere quella scintilla di gioia e stupore che provarono i nostri antenati, quando con le mani e il viso sporco fecero qualche passo indietro e guardarono, illuminata dalla luce calda e traballante del fuoco, quella parete di roccia, che ormai raccontava un pezzo della loro storia. E oggi ancora la chiamiamo

Arte

X